I gruppi in concorso domenica 8 maggio
I gruppi in concorso domenica 8 maggio

I gruppi in concorso domenica 8 maggio

Adanzé
Questo gruppo propone un repertorio di musica da ballo popolare internazionale, irlandese, scozzese, bretone, basca, franco-occitana, salentina, macedone, greca, canadese… Dopo avere iniziato musicando le feste di strada, in seguito si sono sempre più specializzati nel suonare alle feste a ballo nel mondo della musica tradizionale.


Banda Putiferio
Un gruppo brianzolo che ha fatto della ricerca di rinnovamento della canzone popolare e sociale il suo punto di riferimento. Attivo da oltre una decade, ha sviluppato un modo molto laborioso per diffondere i suoi progetti. Quella che si dice, in ambienti apparentemente colti, “contaminazione” è la cifra creativa di un grande programma artistico che si è spesso avvalso della collaborazione di artisti che lavorano anche in ambienti affini.


Broken Quartet
Propone un repertorio di Bluegrass, Oldtime folk & gospel dagli Appalachi 


Cantiga Caracol
Partendo in primo luogo dalle testimonianze orali registrate nelle campagne del Portogallo e nelle Azzorre alla fine degli anni Cinquanta, il campo di interesse di questo ensemble acustico si è presto esteso alle musiche tradizionali di altre aree della Penisola Iberica (Paesi Baschi, Catalogna, Andalusia) e al repertorio di quei cantautori che hanno saputo attingere da questo prezioso patrimonio immateriale prima per denunciare la dittatura e poi per raccontare la liberazione del Portogallo e la caduta dell’impero coloniale.


Duo Mezza Pensione
È composto dal cantautore emiliano Marco Sforza e da un celebre fisarmonicista romagnolo, il maestro Gildo Montanari. L’Emilia e la Romagna si mescolano in un calderone di atmosfere ruspanti e allo stesso tempo poetiche. Esteti bohemien con l’indole da clown, artefici di esilaranti performance contornate da una caotica e teatrale irriverenza assicurano al pubblico un coinvolgimento pressoché totale.   


I Balconi
Tra folk e punk, miscelando a tratti anche blues e canzoni d’autore, i Balconi cantano e suonano rigorosamente in dialetto romagnolo, (quello di Imola e della Valle del Santerno), proponendo pezzi propri e cante/canzoni della tradizione romagnola rivisitate.


Irenì Orchestra
Trio formato da fisarmonica, violino e violoncello che propone un repertorio di composizioni originali, strumentali, che variano tra musica folk, minimale, classica.


Kissene Folk
Un vero e proprio viaggio nel Balfolk: danze dalla tradizione francese, guascone, occitana, bretone, irlandese, ma anche balli portoghesi, balcanici, israeliani, a cui si aggiunge la tradizione popolare locale, con brani quali il saltarello di Bellaria, la vinchia, la giga ferrarese, la giga emiliana, la tresca, la manfrina di Castelbolognese. Suonano anche danze cosiddette “neotrad”, cioè reinterpretate con musicalità e strumenti diversi da quelli della tradizione originaria.


La Carampana
Il gruppo nasce nel 1987 da un incontro fra allievi della Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli e altri amici musicisti. Il repertorio è composto da sempre dal ballo staccato e dal liscio antico dell’Appennino Emiliano-Romagnolo, in particolare della provincia di Bologna e del territorio di Faenza e Forlì, repertorio in parte ritrovato grazie a ricerche e incontri con anziani suonatori.   


La Luna e il Falò
L’idea fondante è quella di approcciarsi e divulgare musica folk rock italiana moderna che affondi le proprie radici nella tradizione del nostro Paese, nei suoi dialetti, nei suoi ritmi e suoni. Sonorità che spesso sconfinano e abbracciano quelle festose di un paese altrettanto ricco di tradizione qual è l’Irlanda.    

 


Leggermente a Sud
Musica Popolare del Sud Italia, Tammurriate, Tarantelle, Pizzica, Canti a Fronna e Villanelle, fusi con i ritmi Mediterranei. Canti che rievocano il lavoro nei campi, l’Amore in tutte le sue forme e la gioia di vivere.


Marcondiro
Sono una band di musica World d’autore, elettro-etnika indierock, con all’attivo numerosi premi e riconoscimenti e diverse collaborazioni con attori, registi, produttori come Stefano Fresi, Daniele Ciprì, Paolo Giovenchi e Francesco De Gregori Band, Taketo Gohara e molti altri.


Nati Così
Sono una band con ampia esperienza live che propone un colorato spettacolo di musica folk e rock, reggae e pizzica salentina. I brani suonati attingono al meglio della tradizione popolare, reinterpretati con l’unico obiettivo di far divertire e ballare.


Obelisco Nero
Grand ensemble di 15 musicisti, è un concentrato di energia trascinante che alterna follia e riflessione in un turbinio di note che accarezzano l’anima per portarla mano nella mano ad un ritmo sempre più crescente di danze sfrenate. Est, Ovest, Nord e Sud vengono equamente rappresentati nel loro programma musicale, con un respiro europeo che lambisce idealmente le coste di tutto il Mediterraneo.


Parlapà
Trio musicale folk piemontese/francese, propone canzoni tradizionali e di cantautori piemontesi, con alcune ballate francesi e del Nord Italia riviste con arrangiamenti personali e ricercati.  


Quarto Stato
Sono legati da una grande amicizia che va al di là dell’esperienza musicale. Questo valore profondamente umano che lega il gruppo emerge durante le esibizioni e coinvolge il pubblico in un’atmosfera di armonia e serenità. La scelta cade volutamente su testi scritti in italiano e su ritmiche genuine che tranquillamente potevano accompagnare i nostri nonni nelle feste contadine.


Talitakum Taranta Migrante
È un progetto portato avanti da alcuni ragazzi cresciuti con ronde nelle corti di paese, canti, piedi scalzi e musica popolare salentina.


The Freehands
È un vero e proprio giro del mondo delle tradizioni musicali, tra Australia, India, Europa, Africa e America Latina. Le sonorità calde del disco armonico sono accompagnate da ritmiche e suoni etnici e moderni.


Tizio Bononcini
È un cantautore bolognese che definisce le sue canzoni “pop-cabaret”, senza sapere esattamente neanche lui di cosa si tratti. Certo è che attinge al teatro canzone, con una narrazione paradossale della contemporaneità e dei personaggi grotteschi che si incontrano nella vita di tutti i giorni.


Verdecane
Sono una band a cui piace mescolare forme musicali differenti: cantautori che raccontano atmosfere metropolitane rock-blues e musica autografa che viaggia tra ritmi ska-folk e ammiccamenti gitani.